orto.jpg

Le parti del corpo che trasportano più odore sono quelle in cui viene raccolta più anima.

Gli odori forti ci sono diventati sgradevoli, perché l'eccesso di anima è intollerabile nella misura in cui il nostro animalismo innato viene represso e rompe con la civiltà.

Questo progetto è il mio giardino che ho piantato, fertilizzato, coltivato e raccolto.
Orto Parisi afferma che il nostro corpo è vissuto come un giardino, ei suoi odori sono un vero specchio della nostra anima.

L'idea nasceva dal fatto che lui, mio nonno Vincenzo, usava i secchi per raccogliere i suoi bisogni, che puntualmente finivano per concimare l'orto. Nel suo giardino aleggiava un'aria di infinito.

Quindi, con la presente: A mio nonno Vincenzo Parisi ea coloro che colgono il tempo per sperimentare e diffondere il profumo della vita.

 

Il naso,
Alessandro Gualtieri